Regione Toscana

Testamento biologico - DAT

Ultima modifica 12 giugno 2018

TESTAMENTO BIOLOGICO O DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO

Sono state introdotte nell’ordinamento giuridico italiano, con la Legge n. 219 del 22 dicembre 2017, le Disposizioni anticipate di trattamento (DAT), conosciute anche come Testamento biologico. La legge ha previsto che entro 60 giorni dalla sua entrata in vigore ( 31 gennaio 2018) il Ministero della Salute, le regioni e le aziende sanitarie provvedano ad informare della possibilità di redigere le Dat  anche attraverso i rispettivi siti internet. Al momento il Ministero dell'Interno ha dato le prime indicazioni operative con la Circolare n. 1 dell'8 febbario 2018.

Per DAT - Disposizioni anticipate di trattamento, si intendono gli atti con i quali una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di una eventuale futura incapacità a prendere decisioni in autonomia e dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle proprie scelte, esprime le proprie intenzioni in materia di trattamenti sanitari, il consenso o diniego rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e l'eventuale nomina, con atto scritto, di una persona di fiducia che la rappresenti nel rapporto con il medico e gli ospedali.

Le Dat possono essere rese:

  • tramite atto pubblico o con scrittura privata autenticata, entrambe da redigersi presso un Notaio;
  • tramite scrittura privata da consegnare presso l'Ufficio di Stato Civile del proprio comune di residenza;
  • tramite scrittura privata da consegnare direttamente presso le strutture sanitarie che abbiano adottato modalità telematiche di gestione della cartella clinica o il fascicolo sanitario elettronico.

Altre modalità (videoregistrazione) sono ammesse solo in casi particolari.

CHI: Può depositare le proprie Dat nel Comune di Cascina la persona:

  • RESIDENTE: iscritto nell'anagrafe della popolazione residente nel Comune di CASCINA;
  • MAGGIORE ETÀ;
  • CAPACE DI INTENDERE E DI VOLERE;

L’Ufficio di Stato Civile NON  è legittimato a ricevere le Dat:

  • in caso di disponenti NON residenti nel Comune di Cascina al momento della consegna delle Dat;
  • privi dei requisiti indicati dalla legge;
  • per gli iscritti AIRE: occorre rivolgersi al Consolato italiano competente art 6 d.lgs 71/2011.
  • per i residenti temporanei:  è competente il Comune di provenienza.

COME
Per procedere al deposito delle DAT è necessario recarsi PERSONALMENTE all’Ufficio di Stato Civile in Viale Comasco Comaschi n. 116 in orario di apertura al pubblico: lun 8:30-12:30,  mart 15:00-17:00, merc 8:30-12:30; giov 8:30-12:30 e 15:00-17:00; ven 8:30-12:30;

Non è ammissibile la delega.

  • La legge non ha istituito un nuovo registro di stato civile e nelle more della emanazione delle disposizioni attuative, il Comune di Cascina procederà alla registrazione in ordine cronologico delle Dichiarazioni depositate presso l’Ufficio di Stato Civile, assicurandone la conservazione nel rispetto dei principi di protezione dei dati personali in base alla normativa vigente
  • Per informazioni :Responsabile del procedimento: Dott. Andrea Turbati, Responsabile dell' Uoc Stato Civile PEC: statocivile@pec.comune.cascina.pi.it
  • Tel: 050719375 Fax: 050719140

COSA OCCORRE
L'interessato (disponente) deve presentarsi di persona munito di:
1. Un documento d'identità valido;
2. Le proprie Dat o testamento billogico;

Al momento del deposito delle proprie  Dat,  all'interessato viene rilasciata un'attestazione di avvenuto deposito che procederà a controfirmare.  

IL CONTENUTO DELLE DAT
L'Ufficiale di Stato Civile  non prende parte alla stesura delle DAT, né fornisce informazioni in merito al contenuto delle stesse o avvisi a riguardo. E' onere esclusivo dell'interessato informarsi e esprimere la propria volontà "dopo avere acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte "come dispone l'art 4 della legge citata.

L’interessato può nominare un fiduciario per rappresentarlo nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie  al quale, in caso di bisogno, il Comune consegnerà il documento contenente le DAT.
Il fiduciario potrà rinunciare al proprio incarico comunicandolo al disponente con atto scritto, sarà cura del disponente informare personalmente e per iscritto  l'Ufficio di Stato Civile della rinuncia. L'Ufficio di Stato Civile resta estraneo ai rapporti tra il disponente e il fiduciario. La revoca del fiduciario dovrà essere fatta con le stesse modalità previste per la nomina, senza obbligo di motivazione. In assenza di nomina o di rinuncia del fiduciario, le DAT potranno essere fatte valere con l'intervento del Giudice Tutelare.

COSTI: Il deposito delle DAT è gratuito. La legge ha stabilito l’esenzione da obbligo di registrazione, imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa.