Regione Toscana

Variante per cassa di espansione su fosso della Mariana - S. Casciano

Ultima modifica 29 gennaio 2019

Variante al Regolamento Urbanistico per la localizzazione di una cassa di espansione sul fosso della Mariana di Schippisi – località San Casciano

CONTENUTO DELLA VARIANTE

Con deliberazione della Giunta comunale n.162 del 10 novembre 2009, e quindi con convenzione firmata il 17 maggio 2010, il Comune di Cascina ed il Consorzio di Bonifica Fiumi e Fossi hanno convenuto sulla necessità di programmare e realizzare interventi di sistemazione idraulica complessiva atti a ridurre il rischio idraulico nel territorio del Comune di Cascina, in accordo con la Provincia di Pisa. Tra gli interventi prioritari, vengono indicati quelli relativi al fosso della Mariana di Schippisi, per la messa in sicurezza di zone del centro abitato altrimenti suscettibili di allagamento. Successivamente, con deliberazione della Giunta Comunale n. 168 del 17 novembre 2009, è stato approvato il progetto definitivo relativo a "Interventi di sistemazione idraulica nel bacino di Fossa Chiara nel Comune di Cascina", consistente nell'adeguamento idraulico della sezione del fosso Della Mariana Schippisi e di alcuni tratti di fossati paralleli alla via Di Mezzo Nord. La convenzione prevede che il Comune di Cascina ed il Consorzio di Bonifica Fiumi e Fossi compartecipino al finanziamento degli interventi e che, inoltre, il Comune di Cascina finanzi a proprio carico una prima fase di studio a supporto della progettazione, per la corretta valutazione dell'impatto degli interventi.

L'Amministrazione Comunale ha quindi dato avvio al procedimento di Variante al vigente Regolamento Urbanistico per la localizzazione di una cassa di espansione sul fosso della Mariana di Schippisi in località San Casciano, quale opera necessaria alla messa in sicurezza dal rischio idraulico del tratto del Fosso della Mariana a monte ed in corrispondenza dell'attraversamento della strada Tosco Romagnola.

FASE I: PROCEDURA VERIFICA ASSOGGETTABILITA' A VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA [VAS]

AVVISO PUBBLICO DI AVVIO V.I. E V.A.S

ELABORATI (file zip):

  • RELAZIONE TECNICO URBANISTICA
  • RELAZIONE GEOLOGICA DI FATTIBILITA'
  • RELAZIONE DI VALUTAZIONE INTEGRATA
  • ESTRATTO TAV. N° 9 DEL R.U.- TAV.UNICA: STATO ATTUALE E   MODIFICATO 1:2.000
  • STRALCIO NTA RU – Art.38 "Aree di protezione idraulica PI " – STATO ATTUALE E MODIFICATO
  • TAV.1 QUADRO CONOSCITIVO
  • TAV. 2 USO DEL SUOLO
  • TAV. 3 PARCELLARE DI ESPROPRIO

La variante al vigente RU è corredato, ai sensi dell'art. 11 della citata LRT n. 1/05, del Documento di Valutazione Integrata a firma del Geol. Massimiliano Perini, redatto secondo i disposti del Regolamento 4/R/2007 ha valenza, secondo quanto riportato nel documento stesso, di Documento Preliminare ai fini della Verifica di assoggettabilità a VAS ai sensi dell'art.22 della LR 10/2010, in quanto contiene le informazioni e i dati necessari all'accertamento degli impatti significativi sull'ambiente secondo i criteri individuati nell'allegato 1 della stessa legge.

PARTECIPAZIONE:

Ai fini della determinazione delle scelte urbanistiche, chiunque abbia interesse potrà presentare, sin da ora, istanze, suggerimenti e proposte redatte in duplice copia in carta semplice (compresi gli elaborati grafici eventualmente allegati a corredo) entro e non oltre le ore 12.00 del 15/12/2011 in uno dei seguenti modi:

  • direttamente all'Ufficio Protocollo del Comune di Cascina – Corso Matteotti n. 90- dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 ed il martedì e giovedì dalle ore 15,30 alle ore 17,30.
  • tramite posta indirizzata al Responsabile del Servizio Autonomo Governo del Territorio del Comune di Cascina – Corso Matteotti n. 90 – 56021 Cascina (PI);
  • all'indirizzo di posta elettronica partecipazione@comune.cascina.pi.it anche utilizzando i moduli appositi pubblicati sul sito web del Comune nella sezione "Urbanistica e Sit" "Procedure di partecipazione agli strumenti di pianificazione".

VALUTAZIONE INTEGRATA FASE UNICA

Pareri enti (file zip)

  • Acque Spa (settore acquedotto)
  • Acque Spa (settore fognature nere)
  • ARPAT
  • Autorità di bacino del fiume Arno
  • Provincia di Pisa
  • ENEL
  • Toscana Energia

PROVVEDIMENTO CONCLUSIVO

Con Deliberazione di Giunta n. 77 del 19 aprile 2012, immediatamente eseguibile, la variante in oggetto è stata esclusa, ai sensi del comma 4 dell'art.22 della L.R.T. 10/2010 e ss.mm.ii., dalla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) di cui agli articoli dal 21 al 33 della citata Legge Regionale.

RELAZIONE DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA' A VAS

FASE II: ADOZIONE VARIANTE

AVVISO PUBBLICO DI ADOZIONE

ELABORATI (file zip):

  • RELAZIONE TECNICO- URBANISTICA
  • RELAZIONE ART. 16 COMMA 3 DELLA L.R.1/2005
  • TAV. 1 QUADRO CONOSCITIVO
  • TAV. 2 USO DEL SUOLO
  • TAV.3 PARCELLARE DI ESPROPRIO
  • STRALCIO NTA RU: ART. 38 " AREE DI PROTEZIONE IDRAULICA (PI)- STATO ATTUALE E MODIFICATO- TESTO A FRONTE
  • RELAZIONE GEOLOGICA DI FATTIBILITA'
  • DOCUMENTO PRELIMINARE AGGIORNATO AI SENSI DELLA L.R.10/2010

Con Deliberazione di Giunta Comunale n.83 del 03/05/2012 è stata approvata la relazione di controdeduzioni all'osservazione presentata nell'ambito del procedimento espropriativo.

RELAZIONE DI CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI PRESENTATE IN AMBITO DEL PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO

DELIBERA DI ADOZIONE:

Con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 25 del 10 maggio 2012, la variante in oggetto è stata adottata, ai sensi dell'art.17 della L.R.T. 1/2005. 

Pubblicazione BURT

Si comunica che è stato pubblicato sul BURT parte II n.26 del 27/06/2012l'avviso di adozione da parte del Consiglio Comunale della variante normativa in oggetto
Avviso di deposito

FASE III: APPROVAZIONE DEFINITIVA VARIANTE

AVVISO GARANTE DI APPROVAZIONE DEFINITIVA

DELIBERA DI APPROVAZIONE DEFINITIVA:

DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO N. 55 DEL 26 SETTEMBRE 2012- APPROVAZIONE DEFINITIVA 

Pubblicazione BURT

Si comunica che è stato pubblicato, ai sensi dell'art. 17 c. 7 della L.R.T. 1/2005, sul BURT parte II n. 6 del 06/02/2013 l'avviso di approvazione definitiva da parte del Consiglio Comunale della variante  in oggetto.
Si ricorda che lo strumento acquista efficacia dalla data di tale pubblicazione.

Avviso di approvazione definitiva