Regione Toscana

Valutazione integrata

Ultima modifica 30 gennaio 2019

Nel giugno del 2001 è stata emanata la direttiva 2001/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio dell’Unione Europea concernente “la valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente”: obiettivo primario della direttiva è quello di garantire un elevato livello di protezione dell'ambiente e di contribuire all'integrazione di considerazioni ambientali all’atto dell’elaborazione e dell’adozione di piani e programmi, al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile. 

L'art. 11 comma 2 della L.R.3 gennaio 2005 n. 1 “Norme per il governo del territorio” stabilisce che, nell’ambito della formazione dei propri atti di governo del territorio, i Comuni provvedano all’elaborazione della valutazione integrata degli effetti territoriali, ambientali, sociali, economici  e sulla salute umana, durante la fase preparatoria dell’atto di governo del territorio ed anteriormente alla sua adozione.

Il “Regolamento di attuazione dell’art. 11, comma 5, della legge regionale 3 gennaio 2005 n. 1 (Norme per il governo del territorio ) in materia di valutazione integrata”, approvato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale 9 febbraio 2007 n. 4/R, disciplina i criteri, la procedura e le modalità tecniche per l’effettuazione della VALUTAZIONE INTEGRATA e le relative forme di partecipazione.

LA VALUTAZIONE INTEGRATA E' IL PROCESSO CHE EVIDENZIA, NEL CORSO DELLA FORMAZIONE DEGLI STRUMENTI DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E DEGLI ATTI DI GOVERNO DEL TERRITORIO, LE COERENZE INTERNE ED ESTERNE DEI SUDDETTI STRUMENTI E LA VALUTAZIONE DEGLI EFFETTI ATTESI CHE NE DERIVANO SUL PIANO AMBIENTALE, TERRITORIALE, ECONOMICO, SOCIALE E SULLA SALUTE UMANA CONSIDERATI NEL LORO COMPLESSO.

LA PARTECIPAZIONE DI SOGGETTI ESTERNI ALL’AMMINISTRAZIONE PROCEDENTE E LA MESSA A DISPOSIZIONE DELLE INFORMAZIONI RELATIVE ALLA VALUTAZIONE STESSA È PARTE ESSENZIALE DEL PROCESSO

RIFERIMENTI NORMATIVI
DISCIPLINA COMUNITARIA
Direttiva CE

DISCIPLINA NAZIONALE
D.Lgs 152/2006

DISCIPLINA REGIONALE
L.R. 3 gennaio 2005 n.1
D.P.G.R. 9 febbraio 2007 n.4/R