Regione Toscana

Richiesta permessi per lavori di ristrutturazione abitazioni

Ultima modifica 12 giugno 2018

In base alla tipologia e all'entità dei lavori che andrete a fare dovrete richiedere dei determinati permessi e presentare delle determinate documentazioni. Per iniziare ad addentrarci nella vasta tematica delle ristrutturazioni bisogna fare una iniziale distinzione tra le due principali tipologie di ristrutturazione: ristrutturazione ordinaria e ristrutturazione straordinaria. Il primo tipo di ristrutturazione, ovvero quella ordinaria, è quella che prevede una sistemazione di una casa al fine di renderla più vivibile ma senza effettuare modifiche strutturali. Il secondo tipo di ristrutturazione prevede interventi più massicci ed invasivi, in cui sono incluse anche la modifica delle pareti esterne. Adesso vedremo caso per caso come e quali permessi richiedere

A) RISTRUTTURAZIONE ORDINARIA  prevedono interventi quali l'imbiancatura, la sostituzione di prese e interruttori e serramenti. Tali tipi di interventi non necessitano di permessi e possono essere compiuti direttamente dal proprietario di casa o da una ditta specializzata. 

B) RISTRUTTURAZIONE STRAORDINARIA bisogna compilare alcuni moduli e presentarli all'ufficio competente del Comune in materia di edilizia. Per tali lavori bisogna obbligatoriamente avvalersi di un professionista che segua i lavori, prepari la documentazione, presenti i progetti e la SCIA.  

Alla fine il progettista deve emettere un certificato di collaudo finale, che attesti la conformità delle opere al progetto presentato.

C)Più complesse le pratiche quando si deve procedere a una ristrutturazione interna ed esterna dell'edificio, magari con la necessità di aprire o chiudere porte o finestre e aumentarne la volumetria.

In questo caso si deve richiedere una vera e propria CONCESSIONE EDILIZIA, cioè l'autorizzazione del tutto simile a quella che si richiede quando c'è da costruire un nuovo edificio.

La prassi è abbastanza simile a quella della ristrutturazione straordinaria, ma i tempi di approvazione sono più lunghi e prima di dare inizio ai lavori sono necessari tutti i nullaosta.

Anche in questo caso non si può prescindere dalla consulenza di un professionista per la stesura del progetto, per l'adempimento di tutte le pratiche burocratiche e per la direzione dei lavori.

Modulistica