Regione Toscana

Sponsorizzazioni, c'è il nuovo regolamento

Pubblicato il 30 novembre 2018 • Comune

Il Comune di Cascina ha approvato il nuovo regolamento per le sponsorizzazioni. Venti articoli con i quali si disciplinano le modalità con cui imprese, associazioni o enti possono sponsorizzare, per esempio, un giardino pubblico, uno scuolabus, uno spazio comunale in cambio di una minore spesa o di una maggiore entrata per le casse del Comune, ma anche in cambio della realizzazione di uno degli interventi previsti nel piano pluriennale delle opere pubbliche.

Svariati i campi di intervento per cui si può attivare una sponsorizzazione. Si va dal miglioramento della qualità del vivere urbano (per esempio con nuovi arredi per strade e piazze), alla valorizzazione e tutela del patrimonio artistico e culturale, fino alla realizzazione di progetti e all'erogazione di servizi a carattere innovativo – sperimentale.

Tra le iniziative, i prodotti, i beni, i servizi e le prestazioni che possono essere oggetto di sponsorizzazione rientrano per esempio: mostre, concerti e spettacoli promossi, gestiti o organizzati dal Comune; la cura delle aree a verde; l'abbinamento del nome di un'azienda ad un monumento, una piazza, un'isola pedonale, un ponte, una fontana; la fornitura di panchine, fioriere, cestini o rastrelliere per bici; la fornitura di infopoint digitali; l'intitolazione di spazi come sale teatro, palestre e sale riunioni; la marchiatura delle portiere dei veicoli dell'ente.

Il nuovo regolamento, che ha aggiornato quello vecchio con le disposizioni previste dal codice degli appalti, rende più snella la procedura di sponsorizzazione e prevede una importante novità relativa all'adozione delle aree a verde. L'articolo 4 bis, infatti, stabilisce che la giunta comunale procederà all'individuazione delle aree a verde pubblico che potranno essere adottate da società, associazioni o privati in genere. L'adozione potrà consistere, come era previsto nel vecchio regolamento, nella manutenzione in buono stato dell'area a verde già esistente ma anche, e qui sta la novità, nella possibilità di realizzare l'area a verde là dove essa non sia presente. In entrambi i casi servirà un progetto tecnico e la sponsorizzazione avverrà con l'inserimento nell'area a verde di cartelli o targhe che indicheranno quale azienda ha reso possibile l'intervento.

Finalità del regolamento è quella di promuovere la collaborazione tra pubblico e privato e favorire una migliore qualità dei servizi erogati ai cittadini ed economie di spesa.

Il regolamento è consultabile sull'albo on line del Comune di Cascina ed entrerà in vigore entro la fine dell'anno.