Regione Toscana

Registri scuola Pascoli: la replica del Comune

Pubblicato il 20 aprile 2018 • Comune

In merito agli articoli pubblicati oggi sugli organi di stampa locale in cui si riporta la vicenda dei registri della scuola Pascoli di Cascina depositati all'aperto, l'Amministrazione comunale precisa che non rientra in nessun modo tra le competenze del Comune di Cascina occuparsi dello spostamento e della rimozione di materiali di proprietà dell'istituto scolastico.

Non risulterebbe inoltre agli atti del comune alcuna richiesta formale di collaborazione in tal senso né si comprende, dalle affermazioni riportate sulla stampa, a chi sia stata fatta la cosiddetta segnalazione speciale del 28 marzo per far portar via il materiale, né si comprende sulla base di quale ragionamento si possa dedurre che "non avendo ricevuto nessuna risposta si presumeva che il ritiro fosse imminente".

Spostare archivi, fascicoli o registri è una operazione che ogni scuola compie con personale proprio.

In un'ottica di reciproca collaborazione, il Comune di Cascina è sempre disponibile a dare una mano alle scuole ogni qualvolta ve ne sia una richiesta, ma ciò non esime, nel caso specifico, la stessa scuola dalla responsabilità di aver lasciato all'aperto registri e fascicoli, che potevano contenere anche dati personali di docenti e alunni e del cui trattamento è responsabile la scuola in quanto ente statale, non il Comune.

Non è pertanto accettabile cercare di scaricare la responsabilità di quanto accaduto su enti che sull'intera materia non hanno alcuna competenza.