Modulistica generale

Atti, documenti, moduli, da oggi sono più chiari al Comune di Cascina che ne ha rielaborato una nuova serie anche in vista delle partecipazione al Progetto "Chiaro", con il quale il Dipartimento della Funzione Pubblica ha invitato le amministrazioni pubbliche a sottoporre ad una commissione (composta da esperti, scrittori, giornalisti, giuristi) atti elaborati in maniera chiara e semplice.

Modulo richiesta Sala consiliare   pdf ultra mini
Modulo domanda Presidenti di Seggio Elettorale word pdf
Modulo domanda Scrutatori di Seggio Elettorale word pdf
Domanda Giudice popolare   pdf
Richiesta d'uso sala grande Biblioteca Comunale   pdf
Richiesta danni da stato di calamità naturale Mod.1
Richiesta danni da stato di calamità naturale Mod.2
Certificato storico di residenza, stato di famiglia e cittadinanza
Richiesta certificazione anagrafica
Variazione anagrafica in riferimento alla professione
Ufficio Relazioni con il Pubblico: accesso ad atti, segnalazioni, reclami - -
Modello G.A.P.
Proposta Evento / Manifestazione pdf
CASCINAESTATE - Foglio Condizioni word pdf
Richiesta iscrizione all’Albo Comunale delle Associazioni Culturali word pdf
Modulistica Sportello Unico Attività Produttive (SUAP)    
Modulistica Sociale    


Tutti questi atti seguono la Direttiva impartita dal Ministero delle Funzione Pubblica del 18 giugno 2002 sulla semplificazione del linguaggio amministrativo. I criteri principali che aiutano a scrivere un documento chiaro e semplice sono così sintetizzati:

Impatto comunicativo I testi devono essere ordinati e precisi. Devono comunicare in maniera chiara le informazioni necessarie. Chi legge non dovrebbe avere dubbi, per esempio, su cosa deve fare, quale è la somma che deve pagare, a chi deve rivolgersi per condurre a termine un procedimento o quale è l’incarico da realizzare.

Organizzazione del testo Scrivere il testo in funzione di chi lo deve leggere. Organizzare le informazioni in maniera logica e sequenziale. Suddividere il documento seguendo un ordine cronologico utile per chi legge (per esempio: 1. cosa devo fare; 2. quando; 3. perché; 4. a chi posso rivolgermi).

Semplicità I testi devono essere comprensibili. Usare il più possibile parole del linguaggio comune ed evitare inutili tecnicismi; in caso contrario, spiegarne il significato. Usare i verbi nella forma attiva e affermativa.

Leggibilità Scrivere frasi brevi. Usare poche sigle e scriverle per esteso. Usare le note per alleggerire il testo dai riferimenti normativi (questo accorgimento non indebolisce la legittimità giuridica del testo, che rimane identica). Usare tabelle, punti elenco, capoversi, paragrafi, titoli di secondo e terzo ordine.

Efficacia giuridica Il documento deve essere giuridicamente legittimo, ed inoltre le informazioni giuridiche devono essere corrette. Le informazioni giuridiche devono essere corrette. La normativa di riferimento deve essere indicata chiaramente. Usare campi di cortesia per il destinatario (avvertenze, come fare ricorso, chi è il responsabile del procedimento).

Grafica Usare un carattere e un corpo leggibili (per esempio, per un documento minimo 11 punti). Le soluzioni grafiche devono essere adatte al supporto comunicativo scelto (lettera, pagina web, manifesto, eccetera).

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva