5xMILLE alle politiche sociali. La proposta dell'assessore Ziello

Visite: 244

ziello

Il 5x1000 delle tue tasse per il sostegno alle politiche sociali del Comune. Edoardo Ziello, assessore al welfare di Cascina, lancia una proposta ai cittadini: devolvere il 5 per mille per rafforzare le politiche abitative del Comune. Ecco di seguito il testo a firma dell’assessore.

 

Cari cittadini e cittadine, anche quest'anno in base all’art.63 bis del decreto legge n.112/2008, come contribuenti, abbiamo nuovamente, la facoltà di destinare una quota pari al cinque per mille dell'imposta sul reddito a sostegno delle attività sociali svolte dal nostro Comune di residenza.

 

La destinazione dei fondi del 5 per mille al Comune di residenza permette al cittadino di divenire parte attiva della vita sociale della città, mettendo tali piccoli contributi individuali a disposizione della stessa comunità cittadina alla quale si appartiene per un fine altruistico e caritatevole.

 

Sempre più nostri concittadini che versano in condizioni di povertà assoluta ci chiedono aiuto e visti i tagli di risorse sempre più incisivi dello Stato, nei confronti dei Comuni, molto spesso, ci troviamo in difficoltà a fronteggiare questa emergenza sociale.
Con le risorse che potrebbero essere raccolte con i vostri 5x1000, invece, si garantirebbe un potenziamento effettivo degli strumenti di sostegno sociale del Comune e soprattutto i vostri contributi rimarrebbero ancorati al nostro territorio e non verrebbero dispersi nel bilancio centrale dello Stato.

 

Quando compilate il vostro 730 e l’UNICO, dovrete, semplicemente, firmare nell’apposito riquadro corrispondente ad “Attività sociali svolte dal Comune di residenza”.

 

Se non si sceglie la dichiarazione, si può presentare l’apposita scheda allegata al CUD (entro lo stesso termine di scadenza previsto per la dichiarazione dei redditi), in busta chiusa recante la scritta “Scelta per la destinazione del cinque per mille dell’Irpef”, con le seguenti modalità: ad uno sportello bancario o postale (senza costi aggiuntivi); ad un intermediario abilitato quale un professionista o un Caf (potrebbe essere chiesto un corrispettivo) che provvederanno all’inoltro all’Amministrazione finanziaria.

 

Il Comune di Cascina utilizzerà le risorse raccolte per rafforzare le politiche abitative e rendiconterà le spese pubblicamente nel pieno rispetto della trasparenza pubblica". (L'assessore al Welfare, Edoardo Ziello).

Salva

Salva

Salva

Categoria
News